........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Art. 93 codice appalti, cauzioni provvisorie e definitive #adessonewsitalia

?Stampa l’articolo o salvalo in formato PDF (selezionando la stampante PDF del tuo sistema operativo)

Stampa articolo PDF

Art. 93 codice appalti: garanzie per la partecipazione alla procedura. La cauzione provvisoria e la cauzione definitiva

L’art. 93 codice degli appalti delinea le garanzie da fornire necessariamente per poter partecipare a un appalto e per procedere alla fornitura di lavori o servizi.

In particolare, è previsto il versamento di una garanzia provvisoria per partecipare alla procedura di gara e una garanzia definitiva a valle dell’aggiudicazione.

Vediamo cosa sono le cauzioni, quando sono obbligatorie, quali sono gli obiettivi di queste garanzie richieste, da chi vengono rilasciate, come si calcolano, cos’è e quando è possibile l’escussione della cauzione provvisoria.

Ti consiglio di utilizzare un software per capitolati speciali per redigere tutta la documentazione che ti occorre, con la certezza di disporre di modelli in costante aggiornamento in base alla normativa vigente. Grazie ad una interfaccia semplice ed intuitiva puoi compilare e personalizzare il tuo capitolato in pochi passaggi: ti basta selezionare il capitolato ed il programma compila tutto in automatico.

La cauzione provvisoria: è obbligatoria? A cosa serve?

La stazione appaltante richiede la garanzia provvisoria all’operatore economico nel momento in cui viene presentata l’offerta. La garanzia provvisoria tutela chi bandisce una gara d’appalto e permette all’impresa che partecipa di raggiungere un determinato punteggio per l’aggiudicazione.

Si tratta di una garanzia richiesta obbligatoriamente a meno che la stazione appaltante non decida di non chiederla (negli appalti di valore inferiore a 40.000 €, come sancito dall’art. 36 comma 2 lettera a del codice).

Il decreto semplificazioni (dl 76/2020) ha stabilito che alcune procedure sotto soglia sono esonerate fino a giugno 2023 dal richiedere le garanzie provvisorie.

Gli obiettivi di una cauzione provvisoria sono:

  • verificare l’effettiva intenzione del concorrente a sottoscrivere un contratto relativo all’esecuzione dei lavori, servizi o forniture in caso di aggiudicazione;
  • verificare l’impegno di farsi rilasciare una garanzia fideiussoria dopo l’aggiudicazione, conditio sine qua non per la stipula del contratto;
  • verificare il possesso dei requisiti di carattere generale (art. 80) e di carattere speciale (art. 83).

Obiettivi cauzione provvisoria art.93 appaltiObiettivi cauzione provvisoria art.93 appalti

Obiettivi cauzione provvisoria art.93 appalti

Chi rilascia la cauzione provvisoria?

Tra i compiti dell’operatore economico (che intende partecipare ad una gara d’appalto) vi è anche quello di richiedere una cauzione provvisoria da allegare ai documenti da consegnare. Non tutti sono accreditati per poterla rilasciare, bisogna infatti affidarsi a:

  • imprese bancarie;
  • imprese assicurative;
  • intermediari finanziari autorizzati iscritti all’albo previsto dall’art. 106 n. 385 del dlgs 1 settembre 1993 e che abbiano i requisiti minimi di solvibilità richiesti dalla vigente nromativa bancaria assicurativa.

Quali sono i documenti necessari per richiedere la cauzione provvisoria?

Al fine di agevolare il rilascio della garanzia provvisoria, è bene presentare alcuni specifici documenti tra cui:

  • bando di gara/lettera di invito;
  • disciplinare di gara con annessi allegati;
  • capitolato degli oneri.

Il capitolato è un documento importante da consegnare, puoi avvalerti di un software per capitolati speciali che ti guida passo dopo passo nella compilazione del tuo documento. Puoi scegliere di usare un modello già presente nelle banche dati (i modelli sono in costante aggiornamento) e personalizzarlo con i dati che ti occorrono. Puoi selezionare il capitolato che ti interessa e attendere che il programma compili in automatico tutto il necessario.

Cauzione provvisoria e cauzione definitiva

Nei contratti di appalto per lavori, servizi o forniture sono previsti due tipi di cauzioni: provvisoria e definitiva. La prima viene chiesta all’operatore economico nel momento in cui si presenta l’offerta. La cauzione definitiva viene richiesta dopo l’aggiudicazione e garantisce al committente l’ultimazione dei lavori nonché l’adempimento agli obblighi contrattuali di lavori, servizi e forniture. Entrambe le cauzioni si presentano mediante fideiussioni rilasciate da enti/figure accreditati sopra citati.

Cauzione provvisoria e definitivaCauzione provvisoria e definitiva

Cauzione provvisoria e definitiva, art. 93 dlgs 50/2016

Art. 93 comma 8 codice appalti

L’offerta deve necessariamente essere corredata dall’impegno di un fideiussore, pena l’esclusione, che può essere diverso da quello della cauzione provvisoria, come si legge nel comma 8.

Tale disposizione non si applica alle micro, piccole e medie imprese e ai raggruppamenti temporanei (insieme di imprenditori, fornitori, prestatori di servizi costituiti per partecipare all’affidamento presentando un’unica offerta) o consorzi ordinari costituiti esclusivamente da micro, piccole e medie imprese.

Importo garanzia fideiussoria

La garanzia fideiussoria deve essere pari ad una percentuale variabile compresa tra l’1% e il 4% del prezzo base indicato nel bando o nell’invito (comma 1). Nel caso di procedure di gara in forma aggregata da centrali di committenza, l’importo della garanzia è fissato nel bando o nell’invito nella misura massima del 2% del prezzo base. In caso di raggruppamento temporaneo, la garanzia fideiussoria deve necessariamente riguardare tutte le imprese del medesimo raggruppamento.

Art. 93 comma 7 codice appalti: riduzioni sull’importo della garanzia

L’art. 93 al comma 7 prevede una riduzione sull’importo della garanzia per le aziende in possesso di determinate certificazioni:

  • certificazione del sistema di qualità ISO 9000, ISO 45000, ISO 17000: riduzione del 50%;
  • sistema comunitario di ecogestione e audit EMAS, rating di legalità, rating di impresa, certificazione SA 8000, certificazione OHSAS 18001, certificazione ISO 50001 (sistema di gestione dell’energia), UNI 11352, certificazione ISO 27001, certificazione sulla parità di genere (art. 46-bis codice della pari opportunità): riduzione del 30%;
  • certificazione ambientale ISO 14001, marchio di qualità ecologica UE Ecolabel: riduzione del 20%;
  • certificazione carbon footprint ai sensi della norma ISO 14067, inventario dei gas ad effetto serra ai sensi della norma ISO 14064: riduzione del 15%.

Escussione della cauzione provvisoria: cos’è? Quando si può richiedere?

La stazione appaltante procede allo svincolo della cauzione entro 30 giorni dall’aggiudicazione ai soggetti non aggiudicatari.

Per quanto riguarda l’operatore economico aggiudicatario, lo svincolo è automatico e contestuale alla firma del contratto.

Qualora la cauzione provvisoria sia prestata per mezzo di polizza fideiussoria bancaria o assicurativa, questa dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni e avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta.

Ricordiamo che con il termine escussione si intende l’attività volta all’attivazione della garanzia, ossia alla richiesta che il fideiussore paghi quanto dovuto dal debitore che non ha pagato.

La stazione appaltante può richiedere l’escussione della cauzione provvisoria in 2 casi:

  • se l’operatore economico non rispetta gli obblighi circa i requisiti di ordine generale e speciale;
  • se l’aggiudicatore si sottrae all’impegno della sottoscrizione del contratto e quindi della garanzia definitiva.

Ti piacerebbe avere i tuoi capitolati sempre completi e aggiornati? Puoi utilizzare un software per capitolati speciali per la redazione automatica di capitolati speciali d’appalto, schemi di contratto, relazioni tecniche e modulistica varia. Hai a tua completa disposizione una vasta banca dati (in archivio disponi di oltre 450 modelli di documenti e relazioni), puoi redigere in pochi click il tuo capitolato ed hai la certezza di essere sempre aggiornato poiché un team di tecnici specializzati segue costantemente le normative aggiornando in tempi utili il software.

 

primus-cprimus-cprimus-cprimus-c

 

Vuoi rimanere aggiornato su questo argomento e sulle principali novità legate al mondo dell’edilizia?

Indirizzo articolo: https://biblus.acca.it/art-93-codice-appalti-cauzioni-provvisorie-e-definitive/

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://biblus.acca.it/art-93-codice-appalti-cauzioni-provvisorie-e-definitive/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

[embedyt] https://www.youtube.com/embed?listType=playlist&list=PL8pN5YCAhO9bfobms7YHWj5OSo6Qao8L_&layout=gallery[/embedyt]
Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.